Home → Blog
Educazione Finanziaria Archivi - Siriofin S.p.A.

Società Finanziarie ex art. 106: ieri e oggi

Società Finanziarie ex aticolo 106 del testo unico bancario

Nel panorama dei Finanziamenti si sente spesso parlare delle Società Finanziarie ex art. 106.

Sono Intermediari Finanziari che svolgono attività di Intermediazione Finanziaria.

Molti si chiedono cosa siano veramente e se è sicuro rivolgersi ad esse per richiedere un Prestito veloce e sicuro.
In questo articolo chiariremo tutti questi dubbi. Vedremo infatti viene tutelato il cliente che si rivolge ad una Società Finanziaria per un finanziamento!

Perché Società Finanziarie ex 106: cosa significa?

Le Società Finanziarie sono anche dette ex 106.
Questo perché un tempo esse erano previste e regolate dall’articolo 16 del Testo Unico delle disposizioni in materia di Intermediazione Finanziaria.

Società Finanziarie ex art. 106: Testo Unico Bancario Normativa

La normativa inerente le Società Finanziarie ex art. 106 , è racchiusa all’interno del Titolo V del Testo Unico Bancario, dall’articolo 106 all’articolo 114.

Testo Unico Bancario cos’è?

Il Testo Unico Bancario è quel Testo Unico che in Italia, raccoglie tutte le leggi riguardanti il settore bancario e creditizio.

Società Finanziaria ex art. 106 TUB: chi sono?

L’art. 106 contenuto nel Titolo V del Testo Unico Bancario dice che:

Sono Società Finanziarie quelle imprese che esercitano professionalmente la loro attività nei confronti di un pubblico, in maniera esclusiva o principale”.

Una Società Finanziaria cosa fa?

Ecco cosa fa in breve una Società Finanziaria:

Le Società Finanziarie ex art. 106 esercitano professionalmente la loro attività nei confronti di un pubblico, in maniera esclusiva o principale”.

Nell’elenco delle attività che queste possono svolgere professionalmente – in maniera esclusiva o principale – vi è quella di concessione di finanziamenti.
Attività quest’ultima che, può essere svolta anche fuori sede – sul territorio nazionale – avvalendosi della collaborazione di altre figure, quali:

  • Agenti in Attività Finanziaria;
  • Promotori Finanziari.

Elenco finanziarie ex art 106 tub

Prima del 2010 le Società Finanziarie ex art. 106 tub – Testo Unico Bancario – erano tenute all’iscrizione all’interno di una sezione speciale dell’elenco generale ex art. 106.

Dopo la Riforma Finanziaria del 2010 però le cose sono cambiate…

Riforma Finanziaria 2010

Con il termine Riforma Finanziaria 2010, ci si rivolge comunemente al Decreto Legislativo 13 agosto 2010 n. 141 e successive modifiche e integrazioni.

La stessa Riforma Finanziaria con cui si è recepita la Direttiva della Comunità Europea del 2008 sul credito al consumo.

Una Riforma che ha cambiato il Titolo V del Testo Unico Bancario che disciplina l’attività finanziaria non bancaria.

Tra le principali novità introdotte da tale Riforma, abbiamo:

  • l’istituzione di un Nuovo Albo Unico degli Intermediari Finanziari, comprese le Società un tempo iscritte all’elenco speciale ex art 106 TUB;
  • nuove attività di vigilanza su di questi, al fine di garantire una maggiore tutela del consumatore.

Se prima esisteva la sezione speciale degli intermediari finanziari e l’elenco generale, la Riforma del 2010 introduce l’obbligo d’iscrizione degli intermediari all’interno di un Nuovo Albo Unico degli Intermediari.

Obbligo questo che sono tenuti a rispettare tutti quegli Intermediari che vogliono continuare a svolgere legalmente l’attività di concessione dei finanziamenti.

Inoltre la riforma riconosce maggiori poteri agli organi che si occupano di vigilare gli Intermediari Finanziari.

Perché era necessaria questa riforma?

Riforma Finanziaria 2010: obiettivi

La Riforma Finanziaria del 2010 ha molteplici obiettivi.
Primo fra tutti, quello di andare a tutelare gli utenti che si rivolgono agli Intermediari Finanziari per avere accesso al credito.

Il cliente infatti, deve essere messo nella condizione di fare una scelta consapevole nel momento in cui ha davanti dei contratti di intermediazione finanziaria!

Tutto ciò si concretizza con una richiesta di maggiore professionalità e trasparenza, da parte degli Intermediari Finanziari nei confronti del pubblico.

Cosa ha comportato tutto ciò?

La difficoltà ad adeguarsi alla nuova normativa ha portato all’uscita dal mercato di molti professionisti che non avevano i requisiti necessari per l’iscrizione al Nuovo Albo Unico.
Questi infatti non sono riusciti ad adeguarsi ai nuovi standard richiesti dalla normativa.

A questo si aggiunge un inasprimento delle sanzioni e dei provvedimenti.
A discapito di coloro che svolgevano attività di intermediazione finanziaria abusiva.

Tutto questo ha portato ad una riqualificazione dell’intero settore!

Siriofin s.p.a. tra le Società Italiane iscritte al Nuovo Albo Unico

La Siriofin s.p.a. – oltre che in tutta Italia – è anche tra le poche società finanziarie a Roma che, sono riuscite a ottenere l’iscrizione al nuovo Albo Unico introdotto dalla Riforma Finanziaria del 2010.

Questo a conferma della costanza e dell’impegno mostrato in più di 20 anni di attività. Anni investiti nel miglioramento costante dei processi e del prodotto.

A questo si aggiunge il rapporto di reciproco rispetto che ha saputo instaurare nel tempo con i suoi clienti.

Richiedi un Consulto gratuito e ottieni il tuo Preventivo di Prestito, è veloce e senza impegno!
Chiamaci al Numero Verde 800929928 dal Lunedì al Venerdì, dalle 09.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00.
Oppure compila la nostra richiesta di Preventivo e verrai ricontattato da un nostro Esperto.

Educazione Finanziaria: perché è indispensabile per gli Italiani!

Educazione finanziaria l'immagine mostra unapersona intenta a far quadrare i conti in casa utilizzando un foglio dove appuntare le spese e una calcolatrice

Educazione Finanziaria nel Mondo

Educazione Finanziaria: al primo posto tra i paesi che registrano le migliori conoscenze e competenze in ambito finanziario, troviamo la Cina, mentre l’Italia si posiziona agli ultimi posti seguita da paesi come l’Argentina e l’India.

Si potrebbe ipotizzare che in parte la causa è legata al fatto che nella maggioranza dei paesi stranieri, i giovani abbandonano il nido familiare molto presto per motivi di studio o per muovere i primi passi nel mondo del lavoro. Molti di questi si finanziano autonomamente gli studi, lavorando allo stesso tempo.

Molte le scuole che prevedono l’alternanza studio lavoro, retribuito, già con vere e proprie responsabilità.
Questo li porta a sapersi destreggiare già in giovane età con scelte e problematiche legate alla gestione del proprio denaro. Ad acquisire presto dimestichezza con strumenti finanziari aperti a nome proprio.

A tutto questo si aggiunge il fatto che in molti paesi ancora si insegna educazione finanziaria nelle scuole. Assieme a educazione civica, altra materia oggi ancor di più importante.

L’Italia in tutto questo?

Educazione Finanziaria in Italia

In Italia il livello generale di competenze in ambito finanziario è considerato al di sotto della media mondiale.
La maggior parte degli italiani infatti rientra anche per sua stessa ammissione, in quello che definiremo “analfabetismo finanziario”.
Il dato preoccupante che tra questi vi sono anche i giovani, futura speranza del nostro Paese.

Quando parliamo di “ignoranza finanziaria” non ci riferiamo a concetti e conoscenze complesse, avanzate.
Le mancanze in questione infatti si mostrano anche per le attività e le scelte più semplici, quotidiane. Per le quali spesso si agisce in maniera completamente inconsapevole.

La situazione risulta più complicata nel Mezzogiorno d’Italia, migliora invece man mano che si sale dal centro verso il nord.
Mentre nel resto del Mondo tra il gentil sesso spiccano le migliori menti in ambito finanziario, nel nostro Paese si registra la tendenza inversa.
Le donne risultano al momento meno preparate su tali aspetti rispetto agli uomini.

Cerchiamo di capire meglio cosa s’intende quando si parla di questo tema e perché è importante.

Educazione Finanziaria cos’è?

Educazione finanziaria definizione:

Financial literacy is the ability to understand and effectively apply various financial skills, including personal financial management, budgeting, and investing. Financial literacy helps individuals become self-sufficient so that they can achieve financial stability.”
(Fonte: OCSE – Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico).

Traduzione:
“L’alfabetizzazione o educazione finanziaria è la capacità di comprendere e applicare efficacemente varie abilità finanziarie, tra cui la gestione finanziaria personale, il budget e gli investimenti. L’alfabetizzazione finanziaria aiuta le persone a diventare autosufficienti per raggiungere la stabilità finanziaria.”

Perché è importante l’educazione finanziaria?

La definizione di Educazione Finanziaria fornita dall’OCSE (vedi sopra) racchiude in sé già la risposta a questa domanda.
Come la formazione in generale, anche quella finanziaria aiuta gli uomini ad essere liberi.
Liberi e capaci di ragionare e prendere in autonomia scelte sempre più consapevoli.

Quella finanziaria in particolare è una formazione fondamentale per la crescita e l’evoluzione socioeconomica dell’individuo.
Libera ognuno di noi dalla dipendenza verso terzi, quando dobbiamo fare scelte importanti che possono condizionare la qualità della nostra vita.

Se non totalmente, ci permette perlomeno di comprendere la bontà o meno di quanto ci viene detto da questi. Senza ritrovarci obbligati ad affidarci a loro ciecamente.

Educazione finanziaria cosa permette di fare

Abbiamo visto come l’alfabetizzazione finanziaria permetta a tutti noi di crescere, evolvere e ci rende maggiormente consapevoli e pronti ad affrontare le scelte di ogni giorno.

Vediamo nella pratica alcune scelte che quotidianamente potremmo essere in grado di prendere consapevolmente, con una giusta base di conoscenze del settore finanziario.
Conoscenze alla portata di ogni individuo, che non necessitano di particolari livelli di istruzione o competenze.

  • Permette di saper gestire il proprio denaro e far quadrare meglio i conti in casa;
  • ottimizzare le spese in base a quelle che sono le entrate;
  • essere in grado d’accantonare una somma di denaro a cui attingere nel momento del bisogno, proporzionalmente a quelle che sono le proprie possibilità. Di conseguenza si riduce anche la propensione all’indebitamento;
  • nel caso in cui ci si ritrovi a contrarre un prestito, essere poi in grado di restituire la somma ottenuta a scadenza e far fronte serenamente alle rate mensili;
  • imparare a comprendere gli elementi fondamentali che compongono un contratto di finanziamento, in particolare il tasso d’interesse applicato;
  • sapersi orientare nella giungla di titoli e strumenti finanziari oggi disponibili. Orientandosi verso quello più adatto alle proprie esigenze;
  • comprendere l’importanza di differenziare i propri investimenti. Così da ridurre il rischio intrinseco in ciascuno di essi.

Questi sono solo alcuni dei molti esempi di cosa l’educazione finanziaria permette di fare!
Certo a tutti possono capitare degli imprevisti economici.
Applicare qualche regola e il buon senso, può però aiutare. Limita gli imprevisti e assicura una sana e il più possibile serena indipendenza economica.
Importante far prendere dimestichezza sin dalla giovane età i ragazzi con questi sani principi.

Consigli utili

Questo deve avvenire nelle scuole quanto all’interno delle famiglie stesse.
Il buon esempio deve partire proprio da qui, iniziate a coinvolgere i vostri figli nelle questioni inerenti alla gestione della casa.
Anche con piccole mansioni accrescendone man mano le responsabilità.

Nelle scuole è invece necessario un intervento mirato che, introduca l’educazione finanziaria come insegnamento. Già in tenera età come avviene in altri Paesi.

Soprattutto in tempi come questi, di incertezza e instabilità politica ed economica.
L’alfabetizzazione finanziaria può rappresentare un importante volano di ripresa.

Hai bisogno di un prestito garantito e sicuro per avere liquidità in un periodo come questo?
Chiedi un Preventivo Gratuito e senza impegno, Siriofin S.p.A. Finanziaria di Roma è specializzata da oltre 20 anni nei Finanziamenti. In particolare nella Cessione del Quinto Pensionati e Cessione del Quinto dello Stipendio.

Anche a cattivi pagatori e pignorati!

Chiama subito al Numero Verde 800929928, oppure scrivici su info@siriofin.it.
Compila la nostra scheda per essere ricontattato!

Truffe Finanziarie ai cittadini durante il Coronavirus

Truffe Finanziarie durante il coronavirus. la foto mostra un illustrazione di un braccio che fuoriesce da uno schermo per acchiappare del denaro e una carta di credito.

Le Truffe Finanziarie sono all’ordine del giorno.
In questo particolare periodo di emergenza sanitaria mondiale, il rischio di cadere vittima di esse è aumentato.

Lanciano l’allarme anche la Consob e Banca Italia.

Vedi anche il nostro articolo sulle “Truffe agli anziani ai tempi del Coronavirus”.

Opera di veri e propri “sciacalli” che approfittano dell’emergenza Covid 19.
Le persone oggi si trovano ad affrontare una situazione sconosciuta, nuovi stili di vita e di lavoro.
L’isolamento dai propri affetti e tutte le conseguenze psicologiche, economiche e sociali che esso comporta.
Si è tutti più vulnerabili e questo favorisce i maleintenzionati.

La costante nelle truffe finanziarie è sempre una: la perdita di tutto o gran parte del patrimonio investito che, di norma, è purtroppo difficilmente recuperabile dal malcapitato investitore”. (Fonte: Consob)

Truffe Finanziarie ai Tempi del Coronavirus: ecco quali sono

Esistono diverse tipologie di truffe finanziarie.

Oggi però vorremmo avvertirvi sulle Truffe Finanziarie più diffuse durante il Coronavirus.
Quelle cioè che sfruttano la situazione di maggiore vulnerabilità dei cittadini risparmiatori.

Tra le truffe finanziarie più conosciute, lo svolgimento di attività finanziaria da parte di soggetti privi dell’autorizzazione necessaria.

In questo caso è necessario assicurarsi sempre di chi si ha di fronte, richiedere il codice identificativo di iscrizione agli albi e verificare tramite il sito di Banca d’Italia.
Oltre al consiglio di leggere attentamente la documentazione da questi presentata.

Gli stessi intermediari finanziari e agenti in attività finanziaria nello svolgimento della loro attività professionale possono essere soggetti a truffa.

Le truffe alle finanziarie possono essere sventate attraverso ladeguata verifica, il controllo attento sull’dentità della persona che richiede un prestito, e la bontà delle sue intenzioni.

Nei casi sospetti gli intermediari finanziari sono tenuti a segnalare la cosa alle autorità competenti.

Altra tipologia di truffa finanziaria è quella dei falsi sms, o delle chiamate telefoniche fatte da persone che si celano dietro una falsa identità e con falsi intenti.

Ma ai tempi del Coronavirus in cui tutti o quasi si è costretti in casa, la minaccia di una Truffa Finanziaria è da ricercare soprattutto in rete.

Truffe Finanziarie on-line

Appaiono all’improvviso tramite annunci pop-up, banner o veri e propri siti internet creati all’occorrenza, alcuni di questi scovati e già oscurati.

Le principali truffe finanziarie che girano in rete durante il Coronavirus, riguardano:

  • Finte raccolte di fondi per l’emergenza Coronavirus con lo scopo di aiutare gli ospedali;
  • Raccolta di denaro per falsi crowdfunding;
  • False e-mail, messaggi in chat che sembrano inviate dalle banche, dalla posta, istituti previdenziali ecc…
  • Pubblicità ingannevole per l’offerta di investimenti facili e vantaggiosi, come le criptovalute;
  • oppure Titoli di credito fantasma, che si celano dietro false società che vengono pubblicizzate on-line impegnate in qualche modo con l’emergenza sanitaria in corso, nella fase di produzione o ricerca ad esempio.

Anche in tutti questi casi di truffe finanziarie on-line, il consiglio è di prestare la massima attenzione.
Non prendere decisioni avventate e non cliccare su alcun link sospetto.
Evitate di lasciare i vostri dati personali sensibili, modificare o rilasciare pin, codici e altre informazioni similari se non ne siete davvero sicuri.

Lista dei siti segnalati per truffa finanziaria

Scopri la lista dei siti segnalati da:
Fca, Cssf (Commission de Surveillance), Fsma, Cnmv (Comision Nacional del Mercado de Valores), Finansinspektionen, Cmvm, Finma (Autorità Federale di Vigilanza sui Mercati), Sfc (Send From China), Fma, Fma Liechtenstein, Fma New Zealand, Amf e Acpr.

Presente nell’ Area pubblica, sotto pubblicazioni-news letter.

Se hai bisogno di un Prestito Veloce e Sicuro, rivolgiti a chi come noi della Siriofin S.p.A. – Società Finanziaria – è regolamente iscritta al n° 225 del Nuovo Albo ex art. 106 del Testo Unico Bancario.
Da oltre 20 anni affianco ai suoi clienti per guidarli nella scelta della soluzione ideale ai loro fabbisogni finanziari.
Chiamaci al Numero Verde (da fisso e mobile) 800929928
dal Lunedì al Venerdì dalle ore 09.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00.
Oppure scrivici a: info@siriofin.it o compila il nostro form di contatto.

Copyright © 2013 Siriofin S.p.A.  •  All Rights Reserved  •  Credits by Trendata Srl