Bilancio Familiare Gratis: arrivare a fine mese risparmiando

Bilancio Familiare Gratis: arrivare a fine mese risparmiando

bilancio familiare gratis come arrivare a fine mese risparmiando. l'immagine mostra una bilancia con uscite ed entrate. Le prime sono molto più pesanti delle prime segno di una cattiva gestione delle finanze familiari. Scopri come riportare il patrimonio finanziario della tua famiglia in una situazione di vantaggio o almeno pareggio.

Sharing is caring!

Oggi affrontiamo un argomento caro a tante famiglie, il Bilancio Familiare.
Molti infatti ci confidano la loro difficoltà ad arrivare a fine mese senza affanno, coprendo tutte le spese senza ritrovarsi a dover attingere dai propri risparmi. Un atteggiamento che alla lunga non è sostenibile, soprattutto se di mezzo ci sono anche dei figli.

Devi sapere che questo problema può essere risolto attraverso una migliore gestione finanziaria familiare. Un cambiamento di approccio totale. Questo richiede un minimo di impegno da parte tua ma, sarai ricompensato nel breve periodo. Pensa poter arrivare a fine mese serenamente, accantonando magari anche qualche risparmio! Leggi tutto fino in fondo.

Bilancio Familiare cos’è?

Il bilancio familiare è la situazione finanziaria di una data famiglia. Viene determinata dal rapporto fra le entrate e uscite mensili e annuali. Esso consiste nella differenza tra le due. Il risultato è il patrimonio netto familiare.

Una cifra che deve essere positiva (situazione ottimale) o perlomeno pari allo zero. Un valore negativo è segno di una cattiva gestione delle proprie finanze. Un patrimonio netto negativo denota che stai spendendo più di quanto ti puoi permettere.

Il rischio è quello di non riuscire nel tempo a far fronte agli impegni solo con le tue entrate. Ciò significa che sarai costretto a dar fondo ai tuoi risparmi accumulati con sacrificio. Chiedere soldi a parenti e amici, o ancora indebitarti.

Altra soluzione potrebbe essere di fare in modo di aumentare le entrate della tua famiglia (non facile). Cambiare modo di agire e redigere il tuo bilancio familiare sempre aggiornato. Per far quadrare i conti basterà seguire qualche semplice consiglio. Ne gioverà tutta la famiglia!

Quali sono le spese di una famiglia, e le entrate?

Abbiamo visto che il bilancio familiare si compone di entrate e uscite.
Sia le entrate che le uscite di una famiglia, si dividono in: certe (fisse), oppure straordinarie (variabili). In base alla loro cadenza temporale poi, le distinguiamo in: mensili, semestrali e annuali.

Cerchiamo ora di fare chiarezza su cosa si intende per entrate di una famiglia e come è possibile classificarle correttamente. Successivamente la stessa cosa faremo per individuare quali sono le spese che incidono sul patrimonio netto. Così avrai tutto sotto controllo!

Entrate di una Famiglia

Per entrate di una famiglia, s’intende tutte quelle risorse su cui essa può contare. Vediamo nel dettaglio quali sono:

  • Pensione ordinaria, di reversibilità, ecc…
  • Lavoro Autonomo
  • Stipendio da lavoro dipendente
  • Rendite immobiliari
  • Interessi bancari o postali maturati
  • Utili da partecipazioni in azioni
  • Rimborsi Fiscali
  • Dividendi
  • Crediti

Spese di una Famiglia

Di seguito le principali voci di spesa di una famiglia:

Casa:

  • Alimentari
  • Utenze
  • Bollette
  • Affitto o Mutuo
  • ecc…

Trasporti:

  • Manutenzione auto
  • ticket e abbonamenti pubblici

Salute:

  • Visite Mediche private e convenzionate
  • Medicine
  • interventi

Tempo libero:

  • Viaggi
  • Cinema
  • Ristoranti
  • Concerti
  • Musei
  • ecc…

Cura della persona:

  • Parrucchiere
  • Estetista
  • Sport
  • Badante, governante o baby sitter

Ancora: abbigliamento, assicurazioni varie e spese straordinarie non preventivate.

Come tenere in ordine i conti di casa in 6 passaggi

Ora che sai distinguere tra entrate e uscite che incidono sul bilancio familiare, vediamo come tenere in ordine i conti di casa. Il risultato sarà un patrimonio netto in positivo, o quantomeno in pareggio!

  • Innanzitutto devi tenere il conto di tutte le entrate e le uscite della tua famiglia (per sapere quali sono vedi sopra). Conserva tutte le fatture, gli scontrini oppure annota tutto a mano, tranne le spese irrisorie. Sarà così più semplice il passaggio successivo.
  • Distingui le entrate e le uscite. Per entrambe evidenzia quelle certe da quelle variabili. Per quanto riguarda le entrate, prendi in considerazione il loro importo netto perché è quello che hai effettivamente a tua disposizione.
  • Crea una tabella servendoti dei fogli di lavoro Excel. Ti permetterà di inserire le singole voci nelle diverse celle, raggrupparle in macro sezioni. Riportare per ognuna il valore corrispondente e applicarvi delle semplici formule matematiche. Aggiorna mensilmente il contenuto della tabella Excel.
  • Individua le spese necessarie da quelle di cui puoi fare anche a meno. Per quelle che puoi modificare, cerca soluzioni alternative più economiche che ti possano far risparmiare. Avrai chiaro quali uscite potrai azzardare e in quale misura.
  • Redigere il bilancio familiare previsionale per l’anno successivo. Un consiglio utile.per sapere in anticipo come le voci che si ripropongono sempre incidono diversamente di anno in anno. Parliamo ovviamente di valori approssimativi, di una previsione che discosta un pochino dalla realtà. Meglio considerare le entrate arrotondate per difetto, le spese invece per eccesso. Così accumulerai una piccola somma ulteriore che può tornare utile in maniera preventiva.
  • Calcola la percentuale di spesa assorbita dalle diverse macro voci. Puoi seguire la regola del 50-20-30 dell’economista americana Elizabeth Warren in merito al bilancio familiare.

La “regola del 50-20-30” consiste nella capacità di ripartire le entrate nette di una famiglia in base a tali percentuali per le varie macro categorie di spesa nel seguente ordine. Il 50% delle entrate nette devono essere destinate alle spese imprescindibili (affitto, bollette, tasse, alimenti e sanità).

Il 20% invece deve essere accantonato come risparmi oppure investito in strumenti finanziari. Infine i 30% residuo del proprio reddito può essere utilizzato per tutte quelle spese non strettamente indispensabili, quali: abbigliamento, svago, ecc…

Se decidi di calcolare spese ed entrate per mese, tieni conto della loro somma annuale e dividila per 12 mesi.

Come si fa un Bilancio Familiare

Per fare il bilancio familiare e tenere la gestione finanziaria di casa ti consigliamo di utilizzare un foglio di lavoro Excel. La sua divisione in celle e la possibilità di applicare delle semplici formule matematiche, ti aiuteranno a tenere aggiornato il tuo bilancio familiare. In alternativa puoi utilizzare una delle tante applicazioni anche gratuite presenti sul mercato.

Bilancio Familiare Excel Gratis

Per trovare il modello di bilancio familiare in excel gratis vai sul sito di Sito Microsoft nella sezione apposita. Scarica il modello più adatto a te se possiedi il pacchetto di Microsoft Office (a pagamento). Oppure scegli di modificarlo nel broswer usando la “Excel Online” (gratuito).

Con il bilancio familiare arrivi a fine senza affanno e senza stress.
Avrai la soddisfazione di vedere i tuoi risparmi crescere, ponderare meglio le spese di casa e assicurare la tranquillità in famiglia.

Questo non vuol dire dover rinunciare a tutto ma, dare il giusto peso alle cose. Magari anche raggiungere con maggiore facilità alcuni obiettivi che ti eri prefissato, alzando sempre più l’asticella!

Nonostante tutti i tuoi sforzi hai accumulato troppe spese e non sai come coprirle? Contattaci e richiedi il tuo preventivo di Prestito personalizzato.
Senza alcun impegno e del tutto gratuito! Chiamaci al Numero Verde: 800.929.928 oppure compila il nostro form di contatto online.
Siriofin S.p.A. da oltre 20 anni al fianco di dipendenti e pensionati.

admin

I commenti sono chiusi