Video per bambini: è dipendenza, il “caso YouTube”

Video per bambini: è dipendenza, il “caso YouTube”

bambino ipnotizzato davanti il tablet acceso. nativi digitali e dipendenza da internet. nativi digitali e dipendenza da video per bambini e canzoni per bambini. Danni e pericoli di youtube per i più piccoli

Sharing is caring!

YouTube e i video per bambini.

Il nuovo business dei nativi digitali

Se avete figli piccoli sapete bene di cosa parliamo!

Se un tempo da bambini ci si divertiva a stare assieme, a correre, a sperimentare e condividere storie fantastiche, oggi il passatempo preferito dei nativi digitali è ben altro. Tv, tablet, pc e smartphone ora la fanno da padrona.

Youtube riscuote maggiore successo soprattutto dai più piccoli che, già in tenera età (dai due anni in su) sono in grado di usare da soli smartphone e tablet dei genitori, per accedere ai loro contenuti preferiti, i video.

Da Masha e Orso a Peppa Pig (solo per citarne alcuni), i video per bambini più gettonati sono quelli che contengono canzoni per bambini, cartoni per bambini, musica per bambini con tanto di balletto da imitare.

Video amatoriali in cui adulti o teenagers scartano regali (sono i video unboxing) e fanno recensioni dei giochi, oppure scimmiottano il comportamento e la voce dei più piccoli. La maggior parte di questi video per bambini sono in lingua straniera e sono caricati da utenti privati. Immagini, colori, luci e gesti contenuti in questi video superano le barriere linguistiche e divertono tanto i nostri figli.

Come nascono i bambini youtube

Come si sviluppa questo fenomeno? Si può parlare di una più generale dipendenza da internet, che nel caso di youtube è in parte conseguenza delle nuove abitudini di consumo e di fruizione degli strumenti digitale da parte degli adulti.

E’ infatti abitudine di tutti ormai, avere con se ovunque, smartphone e tablet sempre connessi. Fanno parte del quotidiano di ognuno di noi e così diventano familiari anche per i nostri figli fin dalla tenera età.

Quante volte hanno rappresentato l’unico rimedio a pianti e capricci interminabili, in auto, al ristorante o in fila d’attesa?

Una tata sempre disponibile a basso costo e inarrestabile. Non fatevene una colpa, è comprensibile e per certi aspetti inevitabile. Come vedremo più avanti, l’importante è non abusarne! C’è dell’altro!

Eh si perché, i video per bambini sono uno dei settori più redditizi al momento.

Quanto si guadagna con youtube? Beh molto, tanto da far decidere il colosso Google ad acquistare YouTube (oggi secondo motore di ricerca al mondo) e creare un’apposita App dedicata ai più piccoli, “YouTube Kids”.

Una “versione youtube per bambini” che, si basa su un algoritmo in grado di registrare le informazioni dell’utente su internet, controllarne le abitudini: quali video per bambini vede, quando e come. Questo gli permette di proporre continuamente un elenco personalizzato dei contenuti che maggiormente potrebbero interessare i nuovi utenti digitali e tenerli incollati allo schermo per ore ed ore ed essere rivisti continuamente.

I video per bambini sono tra i contenuti più visti su questo motore di ricerca e, c’è qualcun’altro che ha trovato il modo di guadagnare con youtube. Ai canali ufficiali di qualche Tv per bambini, spesso si affiancano utenti privati. Youtuber, che caricano il più delle volte contenuti discutibili.

Questi video su youtube, sono realizzati a costi di produzione molto bassi, riproponendo copie di quelli che sono i contenuti di maggiore successo del momento, così da tentare di replicarne i risultati in termini di visualizzazioni e click con i conseguenti profitti derivanti dalla pubblicità. Queste le metriche che definiscono quanto guadagna uno youtuber. Poca attenzione questi pongono alla qualità dei contenuti e nel verificare se i video per bambini caricati in rete siano realmente adatti ed educativi per i bambini, il nuovo pubblico da fidelizzare.

Dipendenza da video youtube pericoli nascosti

Siamo consapevoli dei rischi che i nostri figli corrono da un uso spropositato di YouTube?

Vi sono pericoli oggettivi legati alla bassa qualità di alcuni contenuti caricati in rete, alcuni dei quali sono dei veri e propri tranelli. Filmati che si camuffano come video per bambini, con gli stessi personaggi, le stesse parole chiave, ma che in realtà poi mostrano contenuti ripetitivi ipnotizzanti, scene di violenza, linguaggi volgari. Contengono messaggi manipolatori e dannosi per i nostri figli. Il fenomeno è conosciuto come The Elsa Gate, dal nome di uno dei personaggi maggiormente ricorrente in questo genere di video.

A questo si affianca poi il massiccio ricorso ai messaggi pubblicitari, impliciti ed espliciti all’interno dei video, sia nei filmati educativi per bambini e di qualità che in quelli creati solo per fare soldi.

E’ assodato che YouTube crea dipendenza e abbiamo visto il meccanismo legato ai video per bambini con cui tutto ciò avviene.

Dipendenza da youtube, sintomi e conseguenze

bambino pero nel vuoto apatico sintomi e pericoli dalla dipendenza da youtube, dai video per bambini e dalle canzoni per bambini

Tra i sintomi e le conseguenze sulla salute che, l’uso prolungato dello schermo, sia esso del tablet, pc o smartphone può portare ai nostri figli. I più ricorrenti sono:

  • disturbi nello sviluppo
  • obesità e ipertensione, causate nel tempo della poca attività fisica e dall’assumere posizioni fisiche sbagliate
  • minore concentrazione
  • sonno disturbato
  • poca creatività e capacità critica
  • incapacità di instaurare e gestire relazioni sociali
  • forte esposizioni alle onde nocive emesse dallo schermo
  • comportamenti aggressivi

Come limitare youtube ai bambini

Istruzioni per genitori disperati

nativi digitali come ridurre l'utilizzo di youtube e la visione dei video per bambini  istruzioni per genitori disperati

Cari genitori ormai purtroppo o per fortuna i nostri figli sono nativi digitali e in quanto tali è inevitabile che entrino in contatto già dai primi anni di età con le nuove tecnologie.

Ostacolare tutto ciò si rivelerebbe un fallimento totale, diverso invece sarebbe riuscire ad insegnare ai nostri figli già fin dai primi anni di vita, un uso corretto di questi canali e strumenti che ormai sono entrati nel nostro quotidiano. Solo educandoli fin da piccoli potete assicurarvi che ne facciano buon uso anche in vostra assenza.

In fondo ci sono anche aspetti positivi legati all’utilizzo sano e corretto delle nuove tecnologie da parte dei bambini e nel nostro caso di YouTube, potrebbe rappresentare un’opportunità per loro un domani. Ma come?

Perché questo avvenga è importante essere presenti e non lasciare mai soli i vostri figli di fronte a tablet, pc e smartphone. E’ necessario selezionare personalmente i contenuti da far vedere loro, preferendo filati educativi per bambini, magari quei video per bambini in grado di sensibilizzarli sulle tematiche sociali o ambientali.

In questo ci viene in aiuto il filtro “Parental Control” previsto da Google, che analizza i video per bambini pubblicati su youtube per stabilire se un contenuto è adatto o meno al pubblico dei più piccoli.

Utile ma non sufficiente, abbiamo visto infatti come alcuni utenti riescono a far passare comunque contenuti non adatti camuffandoli come video per bambini.

Per questo è necessaria sempre la vostra supervisione!

Meglio ancora se decidete di condividere con loro questo momento così da poter interagire e discutere con loro su quanto appena visto. E’ importante conoscere il loro punto di vista per captare eventuali segnali d’allarme.

E’ fondamentale stabilire delle regole di condotta su come e quando fare uso di certi strumenti. Ad esempio stabilire che non si utilizzano mentre si è a tavola, o in camera da letto, il luogo deputato al riposo. Perché questo funzioni dobbiamo essere noi per primi a dare il buon esempio, loro tenderanno a fare lo stesso per ottenere la nostra approvazione.

Alterna il tempo passato du tablet, pc e smartphone al tempo passato all’aria aperta, a contatto con gli altri. Se questo non è sempre possibile, cercate allora di tenerli impegnati in attività più creative da poter fare in casa. Il disegno, kit di costruzioni, libri interattivi e quant’altro possa sviluppare la loro fantasia e il loro ingegno. Alcune volte basta ancora meno! Siamo spesso proprio noi adulti a riempirli di giocattoli perchè non vogliamo fargli mancare nulla, quando invece a molti di loro, soprattutto in età più tenera, basterebbe davvero poco.

Oggetti di uso comune come un pacchetto di fazzoletti o della carta colorata come quella delle confezioni pasquali, per tenerli impegnati ore.

Ti è piaciuto questo articolo sui pericoli legati ai video per bambini su youtube? Lasciate un commento e condividetelo!

Leggi anche il nostro articolo su come sono importanti le vacanze estive in famiglia e su come risparmiare per non rinunciarvi!

admin

1 commento finora

Rapporto Genitori Figli: scuole chiuse, recuperiamo il Tempo perso Siriofin S.p.A. Scritto il5:06 pm - Mar 6, 2020

[…] si lanceranno sui videogiochi e lo smartphone e forse, alcuni di voi ne saranno sollevati. Guarda anche il nostro articoli sui danni causati dai video per bambini youtube.Siete consapevoli della grandissima opportunità state togliendo sia a loro che a voi?Cercate di […]

Lascia un commento