Truffa agli Anziani ai Tempi del CoronaVirus

Truffa agli Anziani ai Tempi del CoronaVirus

Truffa agli Anziani ai tempi del Coronavirus. la foto mostra l'immagine di profilo di una donna anziana, una pensionata tra e principali vittime delle truffe agli anziani messe in atto in questi giorni approfittando dell'emergenza Coronavirus in Italia.

Sharing is caring!

Truffa agli Anziani. Sono Tempi difficili questi, ancor di più per gli anziani e pensionati che ricordiamo, rappresentano la maggior parte della popolazione in Italia.
Il Coronavirus non li ha certo aiutati, e non parliamo solo degli effetti devastanti che questo virus può avere sulla loro salute.

Ai tempi del Coronavirus infatti aumentano i casi segnalati di Truffa agli Anziani e pensionati.
Si tratta di truffe facili, in quanto si approfittano della loro maggiore vulnerabilità legata a una salute e condizioni di vita precarie, spesso anche soli e lontani dagli affetti.

In questo articolo vogliamo presentarvi le varie tipologie di truffa agli anziani ai tempi del Coronavirus.
Veri e propri raggiri agli anziani attuati da personaggi senza scrupoli da molti definiti “sciacalli”.
Con quest’ultimi infatti condividono la tendenza ad approfittare della sciagura altrui, peccato che in questo caso parliamo di “uomini non animali”.

Spiegheremo inoltre cosa fare nei casi in cui si è stati vittima di una truffa agli anziani.
Come comportarsi e a chi rivolgersi per rimediare al torto subito.

Truffa agli Anziani: tutte le Tipologie ai tempi del Coronavirus

Le truffe agli anziani ai tempi del Coronavirus sono partite dalle zone maggiormente colpite del nostro Paese, parliamo del Nord Italia.
Per poi diffondersi velocemente anche nelle altre zone.
Le cattive abitudini non si perdono mai! Siamo un popolo che in tempi difficili si è ingegnato a trovare sempre modi nuovi per “ tirare avanti ”, peccato che questa volta sia a discapito degli anziani.

Di seguito le ultime truffe agli anziani ai tempi del Coronavirus attuate fin’ora.

Finti Addetti dellaCroce Rossa o dell’Agenzia di Tutela della Salute – ATS

Abbiamo i Finti Addetti dell’Agenzia di Tutela della Salute – ATS o della Croce Rossa che, con la scusa di fare i tamponi di verifica della presenza o meno del virus, vanno presso le case degli anziani.
Hanno con sé dei tesserini falsificati, si introducono nelle abitazioni per derubare l’incredulo anziano appena questo si distrae un attimo.

Spesso la scusa è quella di utilizzare la toilette o fare dei rilievi nelle altre stanze della casa e da lì nel giro di pochi minuti il gioco è fatto.
Sono infatti abilissimi a individuare dove il denaro o i preziosi sono nascosti. Casi di questo tipo si sono già registrati nelle aree direttamente interessate dal Coronavirus.

Non c’è nessun volontario della Croce Rossa che sia stato inviato a fare screening – avverte – non aprite a nessuno a meno che non abbiate richiesto voi l’intervento o sia il personale dell’Ats con un medico o un carabiniere, questa è l’equipe che operaAssessore al Welfare della Lombardia, Giulio Gallera.

Finti Paramedici addetti alla Sanificazione degli Ambienti e delle Banconote

Altro caso di truffa segnalato ai danni degli anziani, che purtroppo ha già fatto delle “vittime” è quello dei finti paramedici o addetti sanitari che bussano alla porta con la scusa di sanificare il denaro gratuitamente.

Sembrano credibili in quanto hanno pronto un bel discorso in cui spiegano come il denaro – in particolare le banconote – passando di mano in mano si porta con sé una miriade di batteri potenzialmente dannosi se vi si entra a contatto. Chi può dirlo infatti che non siano stati contagiati?

Anche in questo caso non è stata autorizzata nessuna azione del genere.
Si tratta perciò palesemente di una truffa finalizzata a rubare denaro.
A rubare proprio quelle banconote su cui vi dicono di stare attenti perché portatrici di batteri nocivi!
Lo stesso vale per la scusa di rendere sterili i vari ambienti della casa.
Non Fidatevi!

Truffe Telefoniche Anziani

I truffatori hanno pensato proprio a tutti, così per riuscire a farla franca anche con coloro che nonostante l’età si possono definire “ Anziani Digitali ”.
Un bersaglio un po più difficile con cui confrontarsi.

Infatti questi hanno maggiore accesso alle informazioni più disparate, godono del passaparola immediato grazie all’utilizzo dei nuovi media e solitamente svolgono anche una più attiva vita sociale.

Ecco allora che spuntano i finti messaggi diffusi nelle discussioni online via WhatsApp o facebook con lo scopo di creare ulteriore allarmismo, come se quello non ci fosse già.

Truffa agli Anziani: come comportarsi e prevenire

In molti si chiedono come tutelarsi da una possibile truffa agli anziani ai tempi del Coronavirus.

Il consiglio che non siamo noi a dare, bensì diramato dalle Autorità è quello di:

  • rimanere aggiornati sul caso attingendo solo da fonti ufficiali e autorevoli quali, il Ministero della Salute o l’Organizzazione Mondiale della Sanità;
  • condividete le informazioni con coloro che a differenza vostra hanno difficoltà a farlo autonomamente, creando un passaparola tra i vostri conoscenti così che vengano messi in guardia delle possibile truffe agli anziani;
  • non fidatevi di chi si presenta in casa vostra con una scusa simile a quelle viste sopra, e di conseguenza non permettete loro di entrare nelle vostre case;
  • segnalate immediatamente le autorità competenti in caso di tentata truffa agli anziani;
  • nel caso in cui siete tra gli anziani truffati, se non lo avete già fatto andate a fare una denuncia di truffa alle autorità competenti.

Anziani Truffati: cosa fare

Rientri tra i tanti Anziani truffati? Purtroppo nessuno ti ha fornito prima i suggerimenti su come prevenirle e sei stato raggirato.

A questo punto non ti resta che sporgere denuncia di truffa alle autorità competenti. Sperando che riescano ad arrivare ai colpevoli grazie alle diverse segnalazioni.
Non vergognarti di farlo, così potrai aiutare altre persone – soprattutto anziani – a non cadere nella stessa trappola.

Denuncia di Truffa agli Anziani: Autorità Competenti

Nel caso in cui ci si trova a dover sporgere denuncia di truffa agli anziani, le autorità competenti sono le seguenti:

  • Polizia di Stato telefono di pronto intervento il 113;
  • Polizia Postale e delle Comunicazioni, nel caso delle truffe telefoniche e on-line agli anziani;
  • Polizia locale;
  • Carabinieri telefono di pronto intervento il 112 oppure recati presso la Caserma a te più vicina per denunciare ai carabinieri la truffa o tentata truffa subita;

Truffa agli anziani definizione

Con truffa agli anziani s’intendono tutti quei comportamenti volti ad approfittarsi di una persona vulnerabile e debole, causandole dei danni.

Truffa agli anziani legge

La Truffa è un Reato previsto nell’art. 640 del Codice Penale.
Dal 2019 il Reato di Truffa agli Anziani è punito dal codice penale con pene più severe.
La “ Nuova Legge Truffa Agli Anziani ” prevede infatti dai 2 ai 6 anni di carcere e multe che vanno dai 500 ai 2.000 euro.

Siriofin S.p.A. da oltre 20 anni offre prodotti e servizi finanziari agli anziani sotto forma di Cessione del Quinto della Pensione.
Lo fa rispettando la legge e le norme sulla trasparenza. Ma soprattutto lo fa rispettando la persona.

Ognuno di loro potrebbe essere un padre, un fratello, un amico.
Non Dimentichiamolo!

Siriofin S.p.A. trovi i Nostri Uffici a Roma in Via Luca Valerio, 69 – in Zona Marconi.
Oppure a Velletri in Via Buozzi, 8.

Puoi anche chiamarci al Numero Verde 800929928 dal Lunedì al Venerdì o compilare la scheda di contatto e preventivi.

admin

I commenti sono chiusi